Libro degli ospiti

Lascia qui un tuo commento, un emozione, un pensiero dopo aver visitato il Campo di Auschwitz.

Scrivi un nuovo messaggio sul guestbook

 
 
 
 
 
 
 
I campi contrassegnati con * sono obbligatori.
Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
Per ragioni di sicurezza salveremo il tuo indirizzo IP 34.228.41.66.
Il tuo messaggio potrebbe essere visibile nel guestbook solo dopo che l'avremo controllato.
Ci riserviamo il diritto di modificare, eliminare o non pubblicare messaggi.
31 messaggi.
Gaetano Gaetano da Castelaimondo pubblicato il 10 luglio 2017 alle 5:03:
Grazie per la passione che ci metti nel lavoro, si trasmettere il senso profondo di cio che si sta visitando. consiglierò a tutti di venire almeno una volta, secondo me bisognerebbe rendere obbligatorio nelle scuole un percorso di istruione che porti i ragazzi delle superiori a fare una visita a questo tremendo pezzo di storia e di umanità. Complimenti per la professionalità stai creando un opera fatta di persone, anche se solo l'uno per mille porterà a casa un insegnamento da questa visità avrai fatto un opera preziosa e impareggiabile come pochi hannp l'occasione di fare. Un caro saluto.
Simone Falco Aned Savona Simone Falco Aned Savona da Savona pubblicato il 8 luglio 2017 alle 7:07:
Caro Michele , volevo a nome della nostra delegazione Aned di Savona Imperia, la quale ha avuto il piacere di essere accompagnati da te durante la visita al Campo di Auschwitz Birkenau domenica scorsa 2 luglio , per alcuni che non avevano mai messo il piede nell'"inferno" , con la tua esperienza è stata una una giornata molto importante e di riflessione dove abbiano ricordato i nostri deportati savonesi , sopratutto li ha "colpiti" quello che hanno sentito da te ma sopratutto quello che hanno visto con i loro occhi. Ti ringrazio nuovamente per la tua disponibilità e professionalità dimostrata , per quanto riguarda il sottoscritto che ha visitato Auschwitz tante volte , grazie alle tue informazioni ho aggiunto ulteriori nozioni storiche al mio personale "bagaglio" , storico che ho appreso in questi anni grazie all'aiuto degli ex deportati
Giulia Giulia da Castell'Arquato pubblicato il 4 luglio 2017 alle 20:01:
Ciao Michele sono Giulia, qualche giorno fa ho avuto l'opportunità di visitare Auschwitz e ti sono grata per avermi trasmesso emozioni forti con competenza e umanità. Nei tredici minuti che abbiamo contato a Birkenau, è racchiusa una parte di storia da non dimenticare, soprattutto per noi giovani. Un abbraccio forte Giulia.
Paolo Paolo da Como pubblicato il 2 luglio 2017 alle 13:23:
Caro Michele, come promesso ti scrivo. Mi rendo conto, leggendo i post delle altre persone che hanno avuto la fortuna di averti come guida in questa visita, che non aggiungerò nulla di particolare, ognuno di loro ha già stillato l'essenza della tua professionalità, passione, umanità e preparazione. Posso solo sottolineare che non ci hai soltanto “guidati” nella visita di questo luogo della memoria, elencando e spiegando ciò che avevamo di fronte, bensì ci hai proiettati nella storia stessa, facendoci diventare parte integrante di essa, facendoci rivivere gli attimi, i minuti, le emozioni, le sensazioni di chi purtroppo a suo tempo non era in visita. Ovviamente sarebbe pretenzioso credere di “rivivere” queste cose oggi nello stesso modo di chi ci ha preceduto, segnando la storia per le peggiori ragioni: grazie al tuo modo presentarci i fatti, spingendoci a trarre da soli le giuste considerazioni sul perché tutto ciò è accaduto e non deve riaccadere, facendoci riflettere sull’impotenza delle persone private di tutto solo perché “nate della razza sbagliata”. Sottolineando come la speranza ci accomuna tutti, in particolare se rivista con gli occhi di ha perso la propria quotidianità inseguendola. Da adulti, possiamo dire che hai certamente arricchito il nostro bagaglio culturale e di coscienza, grazie alla tua poliedricità nell’affrontare gli argomenti, è stato poi altrettanto piacevole notare come sei riuscito a coinvolgere i ragazzi più piccoli del gruppo, rendendoli partecipi, trovando le giuste parole e il canale di comunicazione meno diretto, facendo arrivare da loro le risposte esatte e lasciandogli quell’interesse che, sicuramente, quando sarà tempo per loro di affrontare l’argomento a scuola, lo faranno con maggiore intensità. Grazie, grazie di cuore per il tuo lavoro e per le tue parole: il mondo ha bisogno di persone che abbiano gli occhi ben aperti, che si accorgano di quello che realmente succede intorno, perché certe cose sono state la vergogna dell’umanità e non devono più ripetersi. La storia è ciclica, noi tutti abbiamo il dovere di evitare che possano riaccadere, imparando dove altri hanno già sbagliato. Paolo e Thomas
Alessandro Alessandro da Trieste pubblicato il 1 luglio 2017 alle 17:08:
Complimenti, allo stesso tempo professionale ed emotivamente coinvolgente. Un percorso ricco di conoscenze e privo di retorica. Grazie
giuseppe giuseppe da cagliari pubblicato il 27 giugno 2017 alle 10:57:
Grazie per la pazienza e la professionalità dimostrata nonostante pioggia e vento del 16 giugno. Buon lavoro (non facile
Filippo Filippo da Como pubblicato il 25 giugno 2017 alle 17:07:
È un'esperienza che tutti dovrebbero fare almeno una volta, per non rimanere indifferenti al passato e per saper guardare il presente con occhi diversi. Se fatta con la guida giusta, è facile lasciarsi trasportare dai racconti e dalle storie che si celano dietro a quelli che possono sembrare normali edifici o semplici oggetti quotidiani. La nostra guida è stata in grado di trasmettere forti emozioni che hanno mosso qualcosa dentro ognuno di noi, facendoci capire che il passato non si può cambiare, ma analizzando i fatti accaduti si può cambiare il presente per un futuro migliore. Grazie Michele
Maria del Carmen Maria del Carmen pubblicato il 24 giugno 2017 alle 5:51:
Grazie caro Michele, seguo i tuoi messaggi, grazie per aiutarci a riflettere, ricordare le persone, invitarci a cambiare nel cuore i sentimenti negativi e ad avere alti ideali di pace, accoglienza, fraternità, perdono... Bravo Michele, ci aiuti sempre...
Giulia e Nicola Giulia e Nicola da Cagliari pubblicato il 17 giugno 2017 alle 16:01:
Più che una guida ...... più che una visita. Ottima preparazione specifica; si intuisce grande cultura e passione per gli insegnamenti della storia. Una visita guidata da Michele è un'occasione per pensare, per riflettere..... per crescere, ancora grazie. Da raccomandare.
Elisabetta Elisabetta da Sassari pubblicato il 14 giugno 2017 alle 21:17:
Ciao Michele come promesso ti scrivo. L'esperienza che ho vissuto in quei luoghi mi è servita molto, ho riflettuto sulle tue parole e mi sono posta diverse domande,spero di trovare al più a presto anche le risposte, e di riuscire a cogliere nell'oggi cose che mi serviranno un domani. Sei una guida molto brava continua cosi, un saluto dalla Sardegna, Elisabetta 🙂
Gianni Gianni da Caserta pubblicato il 13 giugno 2017 alle 20:51:
Ciao Michele, la data del 14/06/1940 ha segnato l'inizio di una tragedia umana senza confini.... Ti abbraccio